Sorry, no posts matched your criteria.
 • Collettivo Digitale  • La storia di Giulia Accardi

La storia di Giulia Accardi

Non amo parlare di me, sono molto riservata. Penso che le persone si debbano conoscere e nonostante questo, non concedo a molti l’ingresso nel mio mondo. Forse perché ho paura di essere ferita o forse perché semplicemente spesso sto bene da sola.
Sono nata In Sicilia, una terra che amo, una terra così ricca di sapori, odori, colori, che al solo pensiero mi scoppia il cuore.

E poi il mare…come lo spieghi il mare a chi non ci è cresciuto insieme?
Quando sono triste o nervosa, immagino di indossare un abito bianco, accucciarmi sulla sabbia e guardare il mare, starei ore e ore a fissarlo se potessi.

Casa mi manca sempre tanto, certe volte Milano mi fa sentire così sola da volermi fare scappare e non tornare più…poi mi ricordo di dover pensare con la testa e non con il cuore , e che davanti a me ho ancora tante sfide da dover affrontare a testa alta.
Ho notato che molti mi descrivono come una donna fredda , sempre imbronciata , con lo sguardo malinconico, mi chiedo il perché. Certe volte penso di avere così paura di affezionarmi agli esseri umani da aver creato uno scudo che allontana la gente al mio posto, per proteggermi da eventuali sofferenze… in fondo ho sofferto molto per amore e l’idea di esserne di nuova vittima, non mi alletta affatto.
Sogno di riuscire a realizzare tutti i miei progetti, ho un cassetto pieno zeppo di sogni e alcune hanno già preso forma.

Sogno un matrimonio in abito bianco con l’amore della mia vita e sogno lo sguardo orgoglioso dei miei genitori da poter ricordare anche quando non saranno più con me.

Sogno tanto.

Giulia Accardi

Schermata 2019-01-22 alle 11.11.09
POST A COMMENT